Loader
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

PROGETTO: Piattaforma integrata digitale

OVINI VENETI DI QUALITA’
Venetian Qualis Ovis
Acronimo: VeQuOvis

Premessa
In Italia e nel Veneto, le produzioni ovine rivestono un ruolo marginale nell’economia agricola, rappresentando poco più dell’1% del valore della produzione agricola complessivamente considerata. Tuttavia la sopravvivenza degli allevamenti si conferma determinante per la sua funzione sociale e ambientale di mantenimento e presidio del territorio in aree in cui altrimenti non sarebbero possibili altre attività produttive.
Le carni ovicaprine continuano a rappresentare un segmento residuale della domanda di carni fresche (circa il 2%) e mostrano una progressiva disaffezione dei consumatori italiani con un calo ormai strutturale degli acquisti e occasioni di consumo concentrate quasi esclusivamente nei periodi legati alle festività natalizie e pasquali.
Da diversi anni il settore versa in una situazione di criticità e la sopravvivenza degli allevamenti ovini nelle aree di maggiore concentrazione è messa a rischio da una serie di fattori che attengono principalmente ad aspetti strutturali e organizzativi della filiera. Il mercato interno, inoltre, risulta molto influenzato, da un lato, dalle politiche commerciali della distribuzione moderna, che assorbe la quasi totalità dell’offerta nazionale, dall’altro dalla struttura della domanda al consumo, piuttosto concentrata a livello territoriale e su segmenti maturi della popolazione.

Obiettivo
Il progetto in questione mira alla valorizzazione della carne ovina veneta in particolare con riferimento alle razze già allevate con successo da anni in particolare Biellese e Bergamasca che ben si adattano al territorio e possibile introduzione di incroci con razze ovine venete.
L’idea è quella di migliorare le carni attraverso un lavoro di genetica affinché possono avere delle caratteristiche più spendibili all’interno del mercato locale e nazionale e di destagionalizzare la produzione ed il consumo proponendo nuovi prodotti attraverso il circuito Street food.

WP e Task
WP 1 – Selezione e Tracciabilità genetica
Task 1.1   Sicurezza alimentare mediante test del DNA per il genotipo indesiderato della Scrapie (encefalopatia spongiforme ovina)
Task 1.2   Programma genetico di miglioramento delle rese al macello degli agnelli tramite incrocio mediante monta naturale di una parte del gregge ( es. ricerca e selezione di razze e montoni adatti alle finalità del progetto)
Task 1.3   Progetto di produzione di seme fresco/congelato e successiva Inseminazione Artificiale, con montoni selezionati per il miglioramento delle rese in carne e riduzione del genotipo indesiderato per la Scarpie anche mediante incrocio con razze locali venete (es. Brogna, Lamon, Alpagota e Foza).
Task 1.4   Tracciabilità genetica per il riconoscimento lungo la filiera della specie-razza-individuo

WP 2 – Sviluppo nuovi prodotti per destagionalizzare il consumo delle carni ovine

Task 2.1 Analisi di mercato per ottimizzare la definizione di prodotti destagionalizzati: modello Street Food
Task 2.2 Messa a punto di nuovi prodotti al fine di destagionalizzare il consumo di carne ovina
Task 2.3 Caratterizzazione qualitativa dei nuovi prodotti mediante analisi chimico-nutrizionali ed organolettiche dei nuovi prodotti (es. arrosticini e carni ready to eat)
Task 2.4 Tracciabilità dei nuovi prodotti mediante approccio Blockchain e analisi all’infrarosso per la tracciabilità rapida e no invasiva lungo la filiera.

Risultati Attesi
Il miglioramento della filiera consentirebbe di incrementare il numero di occupati nella stessa in quanto le carni ovine grazie al successo degli Arrosticini come Street food stanno riscontrando un successo sempre più forte.
Il progetto di aggregazione consentirebbe alle aziende di sviluppare il potenziale inespresso da questa filiera in tutto il territorio veneto.
L’azione del progetto interviene su anelli deboli della filiera quali la resa in carne degli animali macellati, la rintracciabilità e la tracciabilità completa della filiera richiesti dei grandi gruppi di distribuzione e il miglioramento finale dei prodotti destinati al consumatore finale attraverso miglioramenti delle tecnologie alimentari volti ad ottenere dei prodotti di carne ovina facili per il consumatore che potrebbero avere un’ampia diffusione attraverso il circuito Street food.